La pienezza della legge è l’amore

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui».
Gli disse Giuda, non l’Iscariòta: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?».
Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

Gv 14,21-26

Spesso pensiamo che gli altri non ci amano, ci focalizziamo fuori di noi e vediamo facilmente i difetti altrui. Ma io? Amo il mio prossimo? Credo che amare un mio fratello o sorella è già amare Dio? Il riassunto della Legge è tutto qui. Si chiama Amore.

Francesco

"SE TU CONOSCESSI IL DONO DI DIO"

Giovanni 4,10

Per aiutare i Seminaristi nel loro percorso di formazione puoi fare una donazione:
Pontificio Seminario Romano Maggiore, presso Banco BPM – Filiale di Roma ag.59
Iban: IT 81 B 05034 03259 00000000 1565  |  BIC – SWIFT BAPPIT21D21

Zero Waste Shop