peccAtori MA pescaTorI

Mt 4, 18-22

Mentre camminava lungo il mare di Galilea, vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: "Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini". Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.

 

Il Vangelo di oggi ci presenta la realtà dell’incontro con il nostro Dio che è vivo e cammina sulle rive della nostra quotidianità per stringerci a sé senza essere invadente. La chiamata del Signore avverrà silente ed inaspettata nei nostri spazi. Non aspettiamoci di vedere squarciati i cieli sulla nostra testa mentre preghiamo di fronte al tabernacolo della nostra parrocchia. Cristo viene a visitarci e, proprio come fa con i quattro discepoli, ci invita a seguirlo in un momento in cui non lo attendiamo. Ed è qui che ritorna il tema del tempo che stiamo vivendo, l’avvento … dobbiamo essere vigilanti e dobbiamo avere lo sguardo rivolto a Lui, anche se continuiamo ad avere i piedi per terra nella nostra vita di tutti i giorni.

Nel mio cuore sorge una naturale paura: sono pronto e capace di mettermi alla Sua sequela? Il Signore non mi chiede di essere o fare chissacché, come leggiamo al versetto diciannove. Il Signore ci chiede di mettere a disposizione del suo Regno ciò che siamo e ciò che sappiamo fare. Ai discepoli ha chiesto di diventare pescatori di uomini, non di fare ciò che non sapevano. Non dobbiamo temere il Signore. Al momento opportuno rapirà il nostro cuore con un solo sguardo (Ct 4, 9) - proprio come ha fatto con i discepoli - e ci chiederà semplicemente di essere pienamente noi, come ci ha fatti Lui per il Regno.

Samuele

Avvisi

Sito web ufficiale del Pontificio Seminario Romano Maggiore

Hai commenti o suggerimenti sul sito? Non esitare, contattaci! Grazie della collaborazione.

Ubicazione

Piazza San Giovanni in Laterano, 4 - 00184 Roma

+39 0669 8621 | +39 0669 886159