#latteebiscotti 18 Novembre

QUALE TESORO?

Quale pensiero malvagio induce l’ultimo servo menzionato dal Vangelo odierno a nascondere la moneta d’oro, il tesoro ricevuto dal proprio padrone per farlo fruttare, in un involucro così precario come un fazzoletto? È lui stesso a confessarlo e a “scavarsi la fossa”: «Avevo paura di te, che sei un uomo severo». Troppo spesso, per paura di Dio, ci sentiamo sudditi di un giudizio spietato sui nostri potenziali errori, anziché destinatari di uno sguardo fiducioso sulle nostre potenzialità migliori. Anche oggi, dunque, siamo chiamati a purificare la falsa immagine che abbiamo di Dio: non più un tiranno che ci dona un bene per poi fregarci e godere del nostro male, ma un re che elargisce con grande liberalità perché si fida di noi ed è felice di trovare qualcuno che collabori al suo Regno, portando frutto. È Gesù il tesoro che abbiamo ricevuto gratuitamente da Dio Padre per depredarci (ovvero non essere più prede) delle nostre paure; è Cristo il conio sul quale possiamo modellare la nostra immagine di Dio e la nostra vita.
 

Antonio Dino

Avvisi

Sito web ufficiale del Pontificio Seminario Romano Maggiore

Hai commenti o suggerimenti sul sito? Non esitare, contattaci! Grazie della collaborazione.

Ubicazione

Piazza San Giovanni in Laterano, 4 - 00184 Roma

+39 0669 8621 | +39 0669 886159