Latte e biscotti - 25/03/2020

Fa silenzio, ascolta

(Lc 1,26-38)

 

Se solo conoscessimo il dono di Dio, ha detto Gesù alla Samaritana due domeniche fa. Maria lo ha conosciuto. Il dono di Dio non è in termini di cose, non fa parte dell’ordine dell’avere: dona sé stesso. Da chi lo riceve pienamente, da chi lo accoglie come Maria, nasce qualcosa di nuovo. Qualcosa di divino e di umano allo stesso tempo.

Oggi siamo invitati a contemplare il mistero dell’Incarnazione, gioia delle gioie, che è incominciato proprio in quello sfiorare angelico di parole nuove che Maria ha ascoltato, accolto, meditato: non temere, hai trovato grazia, nulla è impossibile a Dio. E la domanda di Maria è la nostra, oggi: ma come avverrà questo? Come, visto che non conosco uomo? Visto che sto chiuso/a in casa, visto che non posso vedere nessuno, visto che… visto che … Ma che posso fare?

Nulla.

Oggi, “rinchiusi”, siamo invitati ad essere tanto aperti, in profondità. Cominciamo con l’ascoltare ciò che Dio sussurra al nostro cuore e mettiamoci alla scuola paziente e silenziosa della Madre di Dio. Ciò che sta avvenendo accade veramente perché si manifesti la gloria di Dio, non aver paura, lascia che Cristo nasca e maturi in te.

Ogni epoca è in attesa di una Maria, che porti Gesù al mondo. La conversione vera di un cuore non parla di cose da fare, ma nel segreto sfama le moltitudini.

 

-Zosima

Clicca qui per accedere al Vangelo del giorno.

Avvisi

Sito web ufficiale del Pontificio Seminario Romano Maggiore

Hai commenti o suggerimenti sul sito? Non esitare, contattaci! Grazie della collaborazione.

Ubicazione

Piazza San Giovanni in Laterano, 4 - 00184 Roma

+39 0669 8621 | +39 0669 886159