Latte e Biscotti - 13/03/2019

Segni e Cuore Lc 11,29-32

Non è questione di "segni", ma di "cuore"! Le folle si accalcavano intorno a Gesù perché volevano un "segno", cioè volevano "qualcosa di/da Lui", ma non Lui! E Gesù, che legge il cuore dell'uomo, se ne accorge e li chiama "perversi"! Il "segno" è Lui stesso, è il "paradosso" della sua vita: coprirsi di sacco per rivestirsi di gloria, riconoscersi peccatori per diventare veri figli, "morire" per Vivere! In altre parole, fare della nostra vita un'imitazione della Vita di Gesù, il "Segno". Se non cerchiamo questo, se non è questo il desiderio che arde nel nostro cuore, anche davanti alla pietra rotolata via dal Sepolcro chiederemo ulteriori segni, ma non funziona così! Gesù, la risposta di fede a Lui, non è un'equazione matematica, ma un patto, un'alleanza, un cuore nuovo, un cuore "circonciso" dallo Spirito di Verità! Chiediamogli questa grazia, questo "segno"!

Antonio Panico 

Avvisi

Sito web ufficiale del Pontificio Seminario Romano Maggiore

Hai commenti o suggerimenti sul sito? Non esitare, contattaci! Grazie della collaborazione.

Ubicazione

Piazza San Giovanni in Laterano, 4 - 00184 Roma

+39 0669 8621 | +39 0669 886159